Francesco Orio

Docente di pianoforte ad indirizzo moderno e jazz, tastiere


Classe 1988, nato a Cremona, diplomato in pianoforte jazz - diploma accademico di II livello - presso il conservatorio "G. Nicolini " di Piacenza nel 2016. Inizia a suonare il pianoforte all'età di 4 anni guidato dallo zio, musicista per diletto. A 7 anni inizia gli studi classici con il maestro Enrico Tansini, sostenendo gli esami di quinto anno del vecchio ordinamento, Storia della Musica e Armonia, ottenendo il diploma in teoria e Solfeggio presso il "F. Vittadini" di Pavia; abbandona gli studi classici nel 2003 ed inizia a dedicarsi alla musica jazz studiando privatamente con Mario Piacentini.

Appena maggiorenne forma con alcuni amici un quartetto ("3AlBot Jazz Quartet"), formazione ancora attiva, con cui partecipa negli anni a numerosi concorsi nazionali ed internazionali, tra cui il "Chicco Bettinardi" di Piacenza (primo premio nell'edizione 2014), lo "European Jazz Contest" (finalisti nell'edizione 2014), "Jazz by the Pool Competition" (primo premio nell'edizione 2013). Negli stessi anni frequenta seminari e masterclass in tutta Italia, entrando in contatto con alcuni noti musicisti italiani e stranieri, non per ultimo Giovanni Tommaso che lo segnala come "outstanding musician" durante i seminari del Berklee College of Musica Umbria Jazz nel 2009.

Nel 2010 inizia a studiare privatamente con Roberto Cipelli e contemporaneamente si iscrive all'Accademia del Suono di Milano ai corsi di "Jazz Master" dove viene seguito da Andrea Pozza e Gianluca Di Ienno; nella struttura si diploma.

Dal 2012 si dedica allo studio dell'improvvisazione radicale e alla ricerca di un linguaggio legato alle tradizioni europee del XX secolo con Enzo Rocco (con cui forma un duo stabile). Lo sviluppo di tale linguaggio lo porta a confrontarsi, conoscere e collaborare con diversi musicisti in tutta Europa, Belgio ed Olanda in particolare.

Nel 2015 vince il concorso nazionale "Bettinardi" nella sezione solisti, viene selezionato da Midj come unico solista a livello nazionale per il bando "We Insist!", gli viene assegnato il "Premio Internazionale Giorgio Gaslini" e pubblica il primo disco in piano per solo "Almanacchi" per l'etichetta "Ultrasound records".

Attualmente, oltre ad essere docente di armonia, improvvisazione e musica d'insieme presso un istituto musicale privato nel cremasco, e tutor di pianoforte complementare jazz presso il Conservatorio di Piacenza, continua la carriera concertistica partecipando a festival e rassegne jazz italiani, tra cui il Piacenza Jazz Fest, Nuoro Jazz, Novara Jazz, Umbria Jazz, Jazz a L'Aquila, Soresina Jazz, Soncino Jazz, Lovere "BackToJazz", Roccella Jazz, Secondo Memorial "G. Gaslini", sia come solista sia con altre formazioni.

Si esibisce regolarmente con Stefano Bagnoli, Riccardo Fioravanti, Paolino Dalla Porta, Enzo Rocco.

Registra e pubblica un disco con un trio a proprio nome, insieme a Fabio Crespiatico e Davide Bussoleni per l'etichetta NAU Records.